26 nov 2007

"Parliamo di laicità": a S. Donnino un nuovo incontro con il Cardinale

Lo scorso 24 maggio, nell'auditorium Spazio Reale di S.Donnino, il Cardinale Antonelli incontrava i firmatari della "Lettera alla Chiesa fiorentina", un documento che proponeva alcune riflessioni critiche sulla vita ecclesiale. Proseguendo nel cammino di ascolto e riflessione, il Cardinale Ennio Antonelli invita i fedeli ad una nuova riflessione sul tema della laicità che si svolgerà, sempre a S.Donnino, lunedì 10 Dicembre alle 21. Dopo una breve introduzione di don Giovanni Momigli, direttore dell'Ufficio diocesano di Pastorale Sociale, i partecipanti sono invitati ad esprimere liberamente il proprio pensiero sulla questione; il Cardinale Antonelli concluderà le riflessioni.

Altri interventi tenuti quella sera:
Intervento di Dommi

01 lug 2007

Messaggio dei Promotori della Lettera

Firenze, 1 Luglio 2007
Ci siamo incontrati perché interessati e preoccupati per le parole, gli atteggiamenti e le scelte della nostra chiesa in questo periodo. Abbiamo cercato di aprire, senza alcun progetto e senza nessuna intenzione organizzativa, un confronto ed una comune riflessione. Tante sono state le risposte, ben oltre le nostre aspettative, segno di un bisogno reale e diffuso.

Per questo ci sentiamo impegnati a proseguire l'ascolto ed il confronto, ancora senza nessun programma ed organizzazione, ma solo uno spazio aperto e la voglia di ulteriori occasioni di incontro e di approfondimento sui temi che abbiamo indicato nella "Lettera alla Chiesa Fiorentina". Infatti, comunque la pensiamo, questi rimangono molto importanti per l'esperienza di fede, la vita ecclesiale e la stessa convivenza civile.

Rimaniamo quindi in contatto per le prossime occasioni. A presto

05 giu 2007

Intervista di Zanobini su RVS

Ascolta integralmente l'intervista radiofonica di Alberto Zanobini su Radio Voce della Speranza il 5 giugno 2007

28 mag 2007

Incontro pubblico 28 Maggio 2007 a Firenze ore 21,00

Chiesa: cammini con l’uomo?
Crisi e speranze della Chiesa del Concilio

Maria Cristina Carratù, giornalista de “La Repubblica”, colloquia con Alberto Melloni Membro della Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII di Bologna

Registrazione integrale dell'incontro

24 mag 2007

Incontro col cardinale Ennio Antonelli, il 24 Maggio 2007

Il cardinale Ennio Antonelli si è fatto promotore di un incontro pubblico con i firmatari della lettera alla Chiesa fiorentina, nel corso del quale si porrà in ascolto e esprimerà le proprie convinzioni. Il cardinale auspica che ci siano in seguito altre occasioni di incontro fruttuoso.

Alcuni articoli di giornale che riportano e commentano l'incontro:
Toscana Oggi
Altri articoli dei quotidiani

Altri interventi tenuti quella sera:
Intervento di Don Fabio Masi
Intervento di Dommi

10 apr 2007

Lettera alla Chiesa Fiorentina

Firenze, 8 Marzo 2007
Ci siamo ritrovati, uomini e donne della Chiesa fiorentina, per un passaparola intorno alla comune esigenza, come credenti e operatori pastorali, di esprimerci, in merito ad alcuni avvenimenti recenti, secondo il diritto/dovere dei laici di far conoscere il proprio parere, su aspetti che toccano la vita della chiesa (cfr. Lumen Gentium 37) e della società.
Sentiamo anzitutto la necessità, sulle tracce del Vaticano II e dell’esperienza fiorentina del sinodo diocesano di alcuni anni fa, di una effettiva ripresa del dialogo e del confronto nella comunità ecclesiale, in cui tutte le espressioni plurali della riflessione dei credenti possano esprimersi e i Pastori possano realizzare pienamente il loro ministero della sintesi.
Ci sollecita a questa richiesta il disagio da noi provato in questi mesi di fronte a vari e diversi interventi di esponenti della gerarchia ecclesiastica su temi e avvenimenti “eticamente sensibili”, di carattere pubblico o riferiti a persone.

Riteniamo che la proposta di dottrine e indicazioni morali debba essere accompagnata da riflessioni teologiche e atteggiamenti pastorali che abbiano a cuore la condivisione dei dolori e delle aspirazioni degli uomini contemporanei, riconoscano quanto di profondo e sincero c’è nelle scelte, talvolta travagliate, delle persone, in modo da testimoniare quello stile evangelico che richiama a farsi prossimo non per dettare regole “ma per infiammare il cuore dell’uomo mentre si conversa con lui lungo il suo cammino” (cfr. Lc 24,33).

In particolare riteniamo di proporre alla riflessione e al confronto i seguenti punti:

1. Il Concilio Vaticano II ha sottolineato la legittima autonomia delle realtà terrene e politiche. In una società come quella attuale, le disposizioni normative devono considerare la pluralità di posizioni dei cittadini: occorre rispettare i diritti di tutti per giungere a regole che garantiscano la libertà e la solidarietà tra le persone. Questo anche in materia di convivenze diverse dal matrimonio, tema sul quale sono presenti nella società orientamenti e scelte diverse.

2. La distinzione tra fede cristiana e scelte politiche è sottolineata non per separare ma per ricomporre, in modo mai definitivo, la radicalità del vangelo e la laicità dell’essere cittadini.Se la fede cristiana si riduce a una morale si priva della sua forza profetica. La tolleranza nei confronti delle opinioni altrui non nasce dalla debolezza della fede ma dalla sua sicurezza che non si impone attraverso la legge dello stato (cfr. Duquoc) Per questo non possiamo tacere la preoccupazione per interventi che chiedono alla politica e alle leggi di essere garanti dei valori cristiani come socialmente necessari e culturalmente unificanti. Questo ci sembra lesivo della laicità dello stato e della politica e pericoloso per l’autonomia e la significatività della fede religiosa.

3. Tanti hanno vissuto poi con vero e proprio sconcerto il fatto che sia stato negato il funerale cristiano a un credente che ha molto sofferto e alla sua famiglia. Quanto accaduto non ci sembra aver offerto una testimonianza adeguata allo stile evangelico e di fiducia nel mistero della misericordia accogliente di Dio.

Per questo riteniamo importante:

- creare nelle nostre comunità cristiane spazi di confronto e condivisione

- chiedere al Vescovo e ai Pastori della Chiesa fiorentina di accentuare nel loro ministero l’ascolto delle diverse esperienze e competenze di cui la Chiesa è ricca

- proporre a quanti guardano “dall’esterno” questa Chiesa di prestare attenzione alla pluralità di scelte e di esperienze che in essa vivono e che non possono essere ridotte ad un'unica voce.

Pensiamo che in questa prospettiva si possa ancora affermare che “Le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini di oggi, dei poveri e soprattutto di tutti coloro che soffrono, sono pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce dei discepoli di Cristo, e nulla vi è di genuinamente umano che non trovi eco nel loro cuore” (Gaudium et Spes 1).


Mario Batistini, Fabrizio Biagi, Renzo Bonaiuti, Luca Brogioni, Francesca Caderni, Mario Casini, Manuela Casini, Carlo Corti, Bruno D’Avanzo, Angela Cruci D’Avanzo, Alessandra Daly, Giampiero Donnini, Cristina Ermini, Ugo Faggi, Lorenza Giani, Donata Graziani, Alessio Malpassi, Andrea Poggi, Francesco Poggi, Angela Protesti, Laura Ricciarelli, Anna Sbolci, Letizia Scheggi, Paola Ugolini, Alberto Zanobini

Hanno inoltre aderito

Aglietti Filippo
Alberti Luciano
Ammannati Fioretta, (Sesto Fiorentino), impiegata
Baldi Maria
Balducci Giuseppina
Ballestrin Nadia, (Torino)
Banchini Chiara, (Bologna), Ingegnere
Banchini Ilaria, (Sesto Fiorentino), psicologa
Banchini Roberto, (Sesto Fiorentino), libero professionista
Ballerini Gianfrancesco
Barlucchi Andrea
Barsi Beatrice
Barsotti Paolo
Batistini Andrea
Batistini Maddalena
Bausi Susanna
Bavazzano Paolo
Becattini Mauro
Belkovi Erinda
Bellavia Calogero
Berlincioni Franco
Bertini Donella
Bertoli Roberto
Biagi Ilaria
Biagini Silvio Gianluca
Bidini Alberta
Bigi Arrigo
Bistondi Andrea
Bistondi Diletta
Boccaccini Gabriele
Bocchini Bruna
Boncompagni Francesco
Bonechi Bernardo
Bongioanni Luigi
Borgonovo Angelo, (Milano)
Bossi Ida Elisabetta
Bottinelli Anna
Brandi Alessio
Brizio Paola
Brundi Lucia
Bruscagli Bianca Maria
Buccioni Maria
Buldrini Massimo
Buonsanti Giuseppe
Camaiani Pier Giorgio
Canzi Giovanna
Capello Angiolina
Caponio Barbara
Capretti Enzo
Caramelli Chiara
Caramelli Eliana
Caramelli Pierluigi
Casati Patrizia
Catapano Margherita
Cecconi Andrea
Cecconi Stefano
Cella Giovanna
Gentile Maria Celsan
Cerbai Leonardo
Cerbai Paolo
Cerrini Carla
Checcucci Alessandro
Checcucci Marta
Cheli Fabiola
Chiarini Lucia
Cianti Luca
Cini Tassinari Agnese
Cloza Maria Pia
Collini Grazia
Corato Alessandra, (Milano)
Corti Fabio
Cossu Maria Amelia
Cresci Giovanni
Cuccuini Cinzia
D’Elia Ettore
Dallai Leonardo
Daly Elia
Del Soldato Dario
De Vita Roberto
De Angelis Laura
dell’Isolotto Comunità
Divizia Annibale
Faini Enrico
Fallani Marta
Festini Francesco
Fremiotti Teresa, (Torino)
Frittelli Franca, (Sesto Fiorentino), pensionata
Fuschini Giovanna
Gallo Giampiero
Gaspari Ilaria
Gensini Giuliana
Gensini Luciana
Gentile Franco
Giachetti Emanuela, (Sesto Fiorentino), insegnante
Giachi Cristina
Giampieri Giuseppe
Giannetti Fiorella
Giannini Loredana
Giliberti Flavia
Giovannoni Pietro Domenico
Giudici Ignazio, (Milano)
Giudici Piergiorgio, (Milano)
Giunti Gianna
Giutoli Fiorella
Gozzini Giovanni
Grazi Francesco
Grazzini Giuseppe
Guerrieri Elisabetta
Guerrini Giulio
Guidantoni Bruno
Guidantoni Stefano
Guidotti Luciano
Huober Silvia
Laffi Gabriella
Lasso Andres
Lazzeri Marco
Liedl Giovanni
Lisi David
Lisi Valentina
Locati Marco, (Milano)
Lombardi Paolo
Lotti Marcello
Maccari Fernanda
Malpassi Michele
Mancuso Angela
Marassi Anna Maria
Marchese Enza Yvonne
Marchisio Pier Paolo
Margara Sandro
Martelli Stefania
Masi Anna
Masina Ettore, (Roma), scrittore
Mazzi Enzo
Messina Donatella
Meucci Maria
Miniutti Antonio
Monreale Daniela
Mortarino Gabriella
Mugelli Alessandro
Naldoni Walter
Nannini Marco
Napolitano Carla
Napolitano Gabriella
Neri Renzo
Nerozzi Sebastiano
Nocentini Laura
Noferini Gloria
Novati Laura, (Milano), Consulente editoriale
Occhipinti Wilma
On. Luca Mimmo, Presidente XII Commissione Affari Sociali
Onorato Pier Luigi
Paganini Simonetta
Pagni Giovanni
Pallanti Giuseppe
Pallanti Guido
Pampaloni Angela
Papalucci Elio
Parigi Annunziata
Parronchi Laura
Pecchioni Gherardo
Pellicanò Carmelo
Peresson Giovanni, (Milano), Direzione Ufficio Studi Associazione Italiana Editori
Pezza Cecilia
Pieraccioni Manuele, Assessore Pubblica Istruzione Comune di Pelago
Pini Riccardo
Piovanelli Pierluigi, Ordinario di Giudaismo Antico e Origini del Cristianesimo Università di Ottawa
Pizziolo Anna Maria
Porciani Cristina
Povia Alessandra
Pozzoni Antonella
Pisani Andrea Proto
Raimondi Domenico, (Torino)
Raspini Maria
Ridi Lorenzo
Righini Daniela
Rogai Mario
Romagnoli Luciana, (Sesto Fiorentino), insegnante
Romero Carlos Lucio
Rosi Luca
Rossetti Carmen
Rossetti Giuliana
Rossetti Piero
Rossi Emanuele
Saccia Maria Antonietta
Saglietti Agostino, (Torino)
Saladino Gian Piero
Sali Chiara
Sali Madeleine Menvielle
Sanquerin Camilla
Sarlo Sofia
Scardinale Mario, (Torino)
Sepe Daniela
Sereni Sergio
Seriacopi Lauro
Sgatti Giovanna
Sgherzi Piero
Siliani Simone
Simoni Maria Cristina
Solazzi Valentina
Sonego Virginia
Spighi Elisa
Stagi Valeria
Starita Maddalena
Stinghi Giacomo, sacerdote
Suppo Angela
Tamborrino Mauro
Tani Simone
Tarli Brunella, (Sesto Fiorentino)
Tatini Lucia
Tessaro Peter
Tondani Davide
Tonini Alberto
Torcini Alessandro
Ugolini Gabriella
Vallauri Maria Luisa
Vallauri Renzo, (Sesto Fiorentino), Docente Universitario
Vanni Gianfranco
Vanni Paola
Vassallo Giampiero, (Lugano), Pastore Avventista
Vecci Donatella
Vené Debora
Vincenzi Sandra
Zani Giancarlo
Zani Laura
Zani Marco
Zanobini Folco
Zecchi Stefano
Zini Maria Pia